Roma a partire dal 15 ottobre, gli orari dei negozi. L’ordinanza della sindaca Raggi

3 mins read
roma

Roma – Tutti gli esercizi commerciali di Roma si adegueranno all’ordinanza capitolina per limitare la diffusione del Covid-19.

Nuovi orari per le attività commerciali, artigianali e produttive di Roma. L’Ordinanza 172 del 13/10/2021 stabilisce che dal 15 ottobre al 15 novembre 2021 negozi ed esercizi capitolini si adeguino alle disposizioni volte a contenere e gestire la diffusione del COVID-19.

A tal fine, si legge nell’Ordinanza, “risultano sussistere le motivazioni e le esigenze di adottare provvedimenti che riducano, al fine di limitare il rischio di diffusione e del contagio del Covid-19, la possibilità di creare assembramenti nei luoghi pubblici, aperti al pubblico e privato”. Tutti i Comuni sono invitati perciò a osservare e adottare le seguenti disposizioni, attivandosi perché uffici ed esercizi commerciali varino i propri orari di apertura e chiusura e li comunichino alla propria clientela.

Nuovi orari per il settore alimentare

Le attività che rientrano nella cosiddetta “Prima fascia (da F1A a ed F1B)” osserveranno come orario di apertura dal lunedì al venerdì tra le ore 5 e le 8.15. Rientrano in questa tipologia tutte le attività del settore alimentare, le medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare, forni e panificatori.

Gli orari per tutte le altre categorie

Tutte le attività facenti parte della “Seconda fascia (F2 ed F3)”, saranno aperte invece da lunedì a venerdì dopo le ore 9.15.

Tra queste, i laboratori non alimentari (artigianali e non), gli esercizi di prossimità non inerenti alle attività alimentari, le medie e grandi strutture di vendita del settore non alimentare, phone center, negozi di elettronica ed internet point.

Obblighi ed esenzioni

Secondo l’ordinanza capitolina 172, gli esercizi commerciali saranno obbligati ad esporre i propri orari di apertura e chiusura a seconda della propria tipologia commerciale, rendendoli ben visibili per la clientela. Tale disciplina si applica anche agli esercizi commerciali e artigianali inseriti all’interno dei Centri Commerciali.

Le disposizioni orarie non si applicano alle attività del commercio ambulante e su area pubblica, edicole, tabaccherie, farmacie, parafarmacie, ferramenta, attività di ristorazione in senso esteso, negozi di bricolage e vernici, concessionarie auto, parrucchieri, barbieri ed estetisti, cartolerie, cartolibrerie e librerie.

Per quanto concerne l’orario di chiusura, gli operatori commerciali potranno attenersi alla normativa nazionale e regionale che disciplina la loro attività. Qualora l’attività commerciale sia in possesso di più titoli di esercizio per lo stesso locale, potrà scegliere liberamente l’orario da rispettare in base alle fasce orarie della categoria a cui appartiene.

Romatoday

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog