Iran: Amnesty International chiede al regime iraniano di interrompere immediatamente tutte le esecuzioni

2 mins read
iran - uomo

Iran: Amnesty International chiede al regime iraniano di interrompere immediatamente tutte le esecuzioni – Amnesty International ha chiesto al regime iraniano di interrompere immediatamente tutte le esecuzioni legate alle proteste in corso nel Paese. In una dichiarazione, l’organizzazione ha condannato quella che ha descritto come l’esecuzione “arbitraria” sia di Muhammad Mahdi Karami che di Sayed Muhammad Hosseini, avvertendo che ci sono altri che affrontano la stessa sorte.

Il quotidiano iraniano “Jevan” ha confermato che il regime ha arrestato circa 11.000 manifestanti dall’inizio delle proteste circa 4 mesi fa, dopo l’uccisione della giovane donna curda, Mahsa Amini e il quotidiano iraniano ha affermato che un gran numero di manifestanti sono stati rilasciati.

Mentre la repressione continua, l’attivista Sepideh Gholian, dall’interno del carcere di Evin a Teheran, ha inviato un messaggio all’opinione pubblica attraverso Iran International Channel. La ragazza iraniana ha affermato che il processo di confessioni forzate dei prigionieri continua, descrivendo quanto sta accadendo nel Paese come “il suono della rivoluzione”.

Nella sua lettera, Sepideh ha affermato che  teme le campagne di tortura, esecuzione e repressione, aggiungendo che l’edificio culturale nella prigione di Evin si è trasformato in un luogo di tortura ed estorsione di confessioni. La ragazza iraniana ha anche confermato di essere stata costretta a confessare davanti alle telecamere dopo essere stata torturata per 3 giorni, cosa che le ha fatto perdere conoscenza.

Diana Eltahawy, vicedirettore regionale di Amnesty International per il Medio Oriente e il Nord Africa, ha affermato che la continuità della follia omicida del regime di Teheran è un tentativo per porre fine a tutte le proteste diffondendo paura tra la gente e questo è “ripugnante”.

Circa 100 persone rischiano l’esecuzione in relazione ai movimenti di protesta, secondo le organizzazioni e le reti per i diritti umani. Centinaia sono morti durante le proteste e migliaia sono stati arrestati dalle milizie iraniane.

Tratto da Alarabiya

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog