Bullismo e baby gang: è allarme in tutta Italia

1 min read
bullismo - baby gang - italia - reddito cittadinanza

Bullismo e baby gang – In provincia di Bologna un 16enne è stato arrestato dai carabinieri per aver accoltellato e ferito al volto, il 7 gennaio a una fermata dell’autobus, un ragazzo di un anno più grande. Nel Parmense per altri cinque adolescenti, tra 15 e i 17 anni, è stata disposta la misura cautelare della permanenza in casa dal Tribunale per i Minorenni. Il provvedimento arriva dopo l’aggressione che i cinque avevano messo a segno ai danni di un gruppetto di tredicenni a una sagra di paese a Collecchio, una rapina commessa a settembre e fruttata un portafogli.

Sono solo gli ultimi due casi di delinquenza giovanile registrati in Emilia-Romagna, nel giorno in cui a Reggio Emilia un altro minorenne è finito ai domiciliari per violenza sessuale ai danni di una coetanea. La criminalità minorile è in crescita in tutta la regione, come è stato sottolineato anche nella recente inaugurazione dell’anno giudiziario: “Bologna risulta essere la città italiana con il più alto indice in tutta Italia”, ha detto il presidente della Corte di appello Oliviero Drigani. Proprio a Bologna, nelle prime settimane dell’anno, si sono susseguite segnalazioni di bullismo, che sempre più spesso passa rapidamente dalle intimidazioni verbali alla violenza.

Sanmarinotv

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog