Bruxelles: un agente di polizia è deceduto per le ferite riportate dopo essere stato aggredito con un coltello

2 mins read
francia - marseille - homme - bruxelles

Bruxelles – Un agente di polizia è deceduto per le ferite riportate dopo essere stato aggredito con un coltello giovedì sera a Bruxelles da un uomo che è stato arrestato e la procura federale belga, competente in materia di terrorismo, segue le indagini.

“Abbiamo preso in carico il fascicolo perché c’è il sospetto di un movente terroristico, che ovviamente dovrà essere confermato o invalidato dalle indagini”, ha dichiarato Eric Van Duyse, portavoce della procura federale.

Il ministro dell’Interno belga Annelies Verlinden ha condannato in un tweet un “dramma orribile”, una “violenza inaccettabile”.

Dal 2016, anno degli attacchi jihadisti a Bruxelles (32 morti il ​​22 marzo), il Belgio è stato teatro di numerosi attacchi contro soldati e polizia.

L’ultimo attacco considerato “terrorista” è avvenuto a Liegi  il 29 maggio del 2018, quando Benjamin Herman, un delinquente radicalizzato di 31 anni, ha sparato e ucciso due agenti di polizia e uno studente gridando più volte “Allah Akbar” , poi ucciso a colpi di arma da fuoco dalle forze dell’ordine.

Il 25 agosto del 2017, un uomo di trent’anni di origine somala ha aggredito con un coltello dei soldati ferendone leggermente uno mentre gridava “Allah Akbar” nel cuore del centro di Bruxelles.

Un anno prima, il 6 agosto del 2016, un algerino residente in Belgio ha aggredito due poliziotte con un machete davanti alla stazione di polizia di Charleroi al grido di “Allah Akbar”, ferendole al viso e al collo e il gruppo dello Stato islamico ha rivendicato l’attacco il giorno successivo.

Tratto da Arabnews

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog