Cina: due terremoti a distanza di poche ore, magnitudo 7,3 e 6,4

1 min read
cina - terremoto

 Cina – Un forte terremoto ha scosso la Cina sud-occidentale vicino al confine con il Myanmar, uccidendo almeno tre persone e ferendone più di due dozzine mentre le autorità si sono precipitate nella zona portando i soccorsi alla popolazione.
Un secondo terremoto di magnitudo 7,3 ha colpito la parte meridionale della provincia del Qinghai, nella Cina centrale, a circa 1.000 chilometri (621 miglia) a nord del primo terremoto, ma non ci sono state segnalazioni di vittime o danni nell’area scarsamente popolata.
Jonathan Tytell, geofisico dell’Indagine Geologica degli Stati Uniti, ha affermato che i due terremoti non sono correlati.
L’ufficio sismologico della provincia dello Yunnan ha indicato l’entità del terremoto di venerdì notte come 6,4 di magnitudo e ha detto che l’epicentro è stato localizzato a  8 chilometri (5 miglia) sotto la superficie a nord-ovest della città di Dali.
I terremoti poco profondi spesso causano più danni, specialmente nelle aree popolate. Il terremoto ha causato forti scosse intorno a Dali, ma i notiziari cinesi hanno mostrato danni lievi.
Lo scorso annp, un terremoto di magnitudo 5 nello Yunnan ha ucciso quattro persone e ne ha ferite 23, ma il peggior terremoto la Cina lo ha vissuto nel 2008, nella provincia di Sichuan, a nord dello Yunnan, uccidendo quasi 90.000 persone.

Redazione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Neppure con un fiore!

Neppure con un fiore! di Salvatore Sfrecola “Le donne non si sfiorano neppure con un fiore!”

QUELL’ASSE ALGERIA-RUSSIA-IRAN

QUELL’ASSE ALGERIA-RUSSIA-IRAN – La settimana scorsa l’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi e il presidente e direttore generale